scuola judo tomita

Shodo...

Scuola JUDO Tomita

Home page Main page Indice Cerca Informazioni Glossario Bibliografia e link

   

Shodo: l'arte della calligrafia

Lo SHODO è l'arte della calligrafia.

In Giappone molti bambini imparano la calligrafia alle scuole elementari, ma è un hobby molto diffuso anche tra gli adulti.
L'arte della calligrafia è di origine cinese: infatti in Giappone la scrittura è stata introdotta solo nel 400 D.C., riprendendo quasi totalmente gli ideogrammi (Kanji) cinesi, bisogna comunque tener presente che il giapponese parlato è differente dal cinese e che da allora il Giappone ha inventato e personalizzato diversi ideogrammi.

Diversamente della scrittura con le lettere romane, i vari tratti dei simboli giapponesi devono essere scritti seguendo un certo ordine.
Ci sono 5 diversi stili di scrittura che si sono evoluti nei secoli della storia del Giappone.
Da quando sono stati introdotti gli ideogrammi, hanno quindi subito molti cambiamenti stilistici che si possono dividere in 5 epoche:

Tensho - (1500-200 A.C.)
È lo stile più vecchio e più formale.
È utilizzato ancora oggi per i certificati ufficiali.
Questo tipo di scrittura è realizzata con linee orizzontali e verticali per bilanciare elementi simmetrici tra destra e sinistra. Col passare degli anni, questi caratteri si sono allungati leggermente in verticale.
 
Reisho - (200 A.C. - 250 D.C.)
La simmetria tra destra e sinistra comincia a scomparire e il simbolo diventa più piatto.
 
Sosho - (200 A.C. - 590 D.C.)
Nel sosho si raggiunge il massimo grado di naturalezza e fluidità del movimento della mano.
 

Kaisho
È la scrittura standard della Sesta Dinastia. È bilanciata diversamente del Tensho e dello Reisho. Molti caratteri tendo ad assumere una forma squadrata.

 
Gyosho
Scrittura semicorsiva della Sesta Dinastia. È stato sviluppato insieme al Kaisho per avere una scrittura più informale e più veloce.
 

Per poter praticare lo SHODO sono necessari attrezzi e materiali particolari:

BUNCHIN: fermacarte, può essere di legno o di metallo.

SHITAJIKI: panno assorbente da mettere sotto il foglio per assorbire l'inchiostro in eccesso.

HANSHI: foglio di carta.

SUKURI: pietra concava con acqua, serve a grattare il sumi.

SUMI: barretta di inchiostro, deve essere gratta e sciolta in acqua.

FUDE: pennelli, sono di diverse forme e grandezze a seconda dello stile.

 

• Home page • Main page • Indice • Cerca • Informazioni • Glossario • Bibliografia e link • Staff

Per la spiegazione dei termini giapponesi potete consultare il Glossario del Judo e non solo.

Questo sito è in continuo sviluppo. Questa pagina è stata aggiornata il 28 marzo 2014.

Questo è un sito d'informazione amatoriale realizzato a puro scopo informativo e divulgativo, i cui contenuti non vogliono offendere alcuno, ma semplicemente esprimere libere opinioni.
Immagini e testi presenti su www.scuola-sudo-tomita.com sono in larga parte presi da internet, e quindi valutati di pubblico dominio, o realizzati dagli autori del sito, o tratti da pubblicazioni sempre citate nella pagina stessa o in bibliografia. Tutti i diritti riservati ai possessori o ai creatori dei singoli elementi sono specificati in ogni pagina, lì dove necessario. Soggetti o autori che fossero contrari alla pubblicazione, o chiunque fosse a conoscenza di valide motivazioni che ne impediscono la divulgazione, non avranno che da segnalarlo al Webmaster che provvederà prontamente alla rimozione delle parti imputate.

Powered by Alessandro Possagno